AVVISO AGLI ENTI: ISCRIZIONE ALL’ALBO DEL SERVIZIO CIVILE UNIVERSALE – MODIFICA ALLA CIRCOLARE DEL 9 MAGGIO 2018

In primo piano

Emanato il 18 aprile 2019 il provvedimento “Modifica alla circolare del 9 maggio 2018 recante Testo coordinato e integrato della circolare 3 agosto 2017 “Albo degli enti di servizio civile universale. Norme e requisiti per l’iscrizione” e della circolare 12 dicembre 2017 “Integrazione alla circolare 3 agosto 2017”.

La modifica alla circolare del 9 maggio 2018 elimina dal testo la previsione del termine del 4 maggio 2019 come data entro la quale gli enti già iscritti ai previgenti Albi (nazionale, delle regioni e delle Provincie autonome) possono avvalersi delle modalità agevolate di iscrizione al nuovo albo. Tale modifica rientra in un’ottica di semplificazione e di rispetto dei principi generali dell’azione amministrativa e di non aggravio del procedimento.

Nello specifico, le modalità agevolate, come specificato nella nota tecnica allegata, consistono nella facoltà di autocertificare la validità e l’efficacia della documentazione, già depositata presso il Dipartimento/Regioni/Province autonome nell’ambito del procedimento di iscrizione ai precedenti albi.

Ciò consentirà agli enti iscritti ai previgenti Albi di continuare ad avvalersi, anche dopo il 4 maggio 2019 (che resta comunque data di cessazione di efficacia di tali albi), delle procedure di iscrizione agevolate.

Con l’occasione, si precisa che l’Albo di Servizio civile universale è sempre aperto ed è possibile iscriversi in qualunque momento, quindi anche successivamente al 4 maggio 2019. Inoltre la banca dati Helios è sempre accessibile per il salvataggio dei dati inerenti le sedi e le figure professionali e dei documenti depositati in formato elettronico.

Infine, si comunica che è in corso una più ampia attività volta a verificare la possibilità di semplificare l’attuale procedura di iscrizione all’Albo di Servizio civile universale, che, senza modificare l’impianto complessivo della circolare del 9 maggio 2018, intervenga puntualmente su eventuali nodi critici del processo.

Fonte: www.politichegiovanilieserviziocivile.gov.it